“Tempo dedicato” per un regalo fatto con le mie mani

Dedicare tempo agli amici significa anche creare qualcosa di originale solo per loro. Certo, andare a comprare un regalino in un negozio o in una bancarella richiede sempre tempo (e spesa).

Ma vuoi mettere, se una mezzora la impieghi sferruzzando, tagliando o incollando un oggetto destinato proprio a lei o a lui, a quella persona che, mentre crei, non riesci a toglierti dalla testa e dal cuore?

“Tempo dedicato” è un po’ più prezioso: vale un abbraccio grande.

Ecco, esaurita la premessa andiamo al sodo: oggi Cristella ha consegnato alle ragazze dell’associazione Ippocampo dei “pensierini” piccoli piccoli, fatti con le sue proprie mani nelle serate trascorse sul divano ad ascoltare la tv. Oggetti inventati per utilizzare qualcosa che era destinato al cestino dell’indifferenziato (quindi non più riutilizzabile).

Un riciclo creativo che magari a qualcuno farà ridere. Eppure – veh! – è piaciuto. Soprattutto alla super green Danda.

Collane, bracciali e porta cellulari fatti con i collant e i gambaletti rotti e non più rammendabili. Doverosamente lavati, tagliati a listarelle, annodati e raccolti in gomitoli.

Dai gambaletti o dai collant si ricavano delle strisce tagliandoli in questo modo (“a tagliatella”).

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli anelli ricavati dalle strisce “a tagliatella” vanno tirati con forza prendendoli dai due estremi opposti, così si arrotolano e non si sfilacciano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli anelli di filato si annodano uno all’altro in questo modo. Si continua fino ad esaurimento, per ottenere dei bei gomitoli da lavorare ai ferri o all’uncinetto.

Poi Cristella ha lavorato di uncinetto. Catenelle, punti alti, punto gambero. Qualche paillette fissata con l’ago, una rosellina di lana, nodi per fermare le perle della collana…

Con catenelle e punti alti si inizia il porta cellulare…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine, un bigliettino semplice semplice: “Auguri riciclosi da Cri”.

Braccialetti elastici e collane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *