Archivio tag: ricetta

Altra ricetta per la Notte Rosa

Insalata russa in rosa

 

Costretta agli arresti domiciliari per un altro po’, Cristella si cimenta in cucina.
E siccome a Rimini e dintorni in ‘sti giorni il tormentone è “la Notte Rosa”, bisognava strolgare qualcosa per l’occasione.

Negli anni passati avevano avuto un certo successo gli “strozzapreti rosa al gorgonzola” e il dolce, il “porcospino rosa“.

Mancava un contorno (che poi potrebbe essere anche antipasto). Ecco allora la “salade Olivier en rose”.

Altrimenti nota come “insalata russa”, ho aggiunto ai classici ingredienti una rapa rossa, che ha colorato un po’  il tutto.

Ho lessato al dente, separatamente, dei piselli, delle carote e delle patate già tagliate a cubetti. Una volta raffreddate le verdure, le ho mescolate in una ciotola, aggiunto sale, pepe, aceto, alcuni cetriolini tagliati a cubetti e una rapa rossa precotta tritata finemente. Amalgamato il tutto con una buona dose di maionese.

Sistemata per bene in una terrina, l’ho decorata con alcuni cetriolini.

Adesso è in frigorifero, perché dopo qualche ora è migliore.

Bon appétit!

Cristella in cucina: torta di cioccomentacocco

Ecco il regalo di Ferragosto della mia amica Paola.

 

 

 

 

 

 

Torta di cocco e menta (di Paola Tognacci).

INGREDIENTI

2 yogurt al cocco da 125 gr
180 gr di farina 00
50 gr farina di cocco
200 gr zucchero
1/2 vasetto di yogurt di olio di mais
1/2 vasetto di sciroppo alla menta (Fabbri o simili)
3 uova
3/4 di una bustina di lievito per dolci
Nutella qb per ricoprire.ESECUZIONE

Sbatti le uova con lo zucchero, unisci gli yogurt, la farina di cocco, l’olio di semi,l a menta e per ultimo la farina 00 e il lievito.
Il composto risulterà un po’ liquido.
Versa in una teglia ricoperta con carta da forno e inforna per 35 – 40 minuti a 170°.

Quando è fredda, ricopri di Nutella. Infine spolvera con farina di cocco.

Dovrebbe stare in frigorifero qualche ora, se riesci a resistere…

In cucina con Cristella: pranzo d’inizio agosto

Non è difficile da preparare, non costa troppo, è un piatto completo, è colorato e… buono.

Può bastare, vero?

Ecco il pranzo di oggi a casa di Cristella.

Insalata tiepida con gamberetti e piccole seppie.

Ingredienti per 4/5 persone (mangione):

Gamberetti: 300 grammi

Piccole seppie già pulite: 300 grammi

n.b.: tutti e due questi ingredienti oggi erano in offerta al supermercato…

Fagiolini: 500 grammi

Patate: 300 grammi circa

2 grosse carote

1 zucchina

Mandorle spellate a filetti: circa 50 grammi

Un cucchiaio di semi di lino

Olio extra vergine di oliva

Sale

In una pentola di acqua salata bollente ho messo, in questo ordine: i fagiolini lavati e tagliati in due, le carote e le patate tagliate a tocchi piuttosto grossi, le seppioline tagliate a listarelle. Dopo circa 5 minuti di bollore, per ultimi ho aggiunto i gamberetti puliti. Avevo in frigo una zucchina: giù anche quella, tagliata a tocchetti.

Dopo aver messo gli ultimi ingredienti, deve bollire poco, non più di 5 minuti.

Ho scolato e lasciato intiepidire mentre preparavo le mandorle, tagliandole a listarelle.

Quindi ho mescolato tutto in un grande piatto di portata, aggiungendo i semi di lino e una bella irrorata di buon olio di oliva.

Portato in tavola accanto ad una fresca insalata verde e pomodori da insalata.

Buona tiepida, ma anche fredda. Io ne preparo sempre un po’ di più: verrà utile domani in spiaggia o per la pausa pranzo al lavoro.

Bon appétit a tout le monde! Av salùt!

 

Strozzapreti rosa al gorgonzola e radicchio rosso

Pronti per la Notte Rosa? Ci sono in giro ricette di vario tipo, tutte pink, o rosa che dir si voglia. Dopo aver pensato al dolce, ecco un buon primo “made in Cristella”.

Ispirata dalle piadine rosa viste in alcune fotografie e servizi Tv, ecco la pasta che più facilmente riesce a Cristella: gli strozzapreti romagnoli, che, grazie alle quasi 37mila visualizzazioni, commentati da tutto il mondo,sono diventati anche un must su Youtube (la propaganda alla nostra bella Romagna passa anche da questi canali, giusto?).

Titolo: strozzapreti rosa al gorgonzola su letto di radicchio rosso.

Ingredienti per 4 persone.

Per la pasta: mezzo chilo di farina, un uovo, una rapa rossa, un cucchiaino di olio extra-vergine, un pizzico di sale, un bicchiere di acqua tiepida.

Per il condimento: un porro, un radicchio rosso, 1 etto (o più, a seconda dei gusti) di gorgonzola, mezzo bicchiere di latte, mezzo bicchiere di olio extra-vergine, sale, pepe, parmigiano grattugiato.

Preparazione.

Si prepara la pasta come spiegato nel video. Unica variazione: un’aggiunta all’acqua tiepida di una di rapa rossa lessata a pezzetti, poi frullata direttamente nel pentolino col frullatore ad immersione.

In questo modo la pasta ha preso un bel colorino rosato (forse si può ottenere lo stesso risultato utilizzando un cucchiaio di concentrato di pomodoro, la prossima volta Cristella proverà questa variazione…).

Mentre si pone sul fuoco la pentola con l’acqua per cuocere la pasta, in una padella antiaderente si mette a scaldare l’olio e si aggiunge il porro tagliato a striscioline sottili.

Quando questo si è ammorbidito si aggiungono il radicchio rosso, sempre tagliato a striscioline, un po’ di sale e di pepe. Si lascia sobbollire, mescolando con un cucchiaio di legno, finché il radicchio appassisce. A questo punto si aggiunge il gorgonzola a cubetti e il latte. Si continua a mescolare, sempre fuoco basso. Quando la pasta è cotta, si scola e la si versa nella padella del condimento. Altri due-tre minuti, sempre mescolando. Si completa con una bella manciata di parmigiano grattugiato.

Nei piatti piani si prepara il “letto di radicchio rosso” (nome pomposo per dire, semplicemente, del radicchio crudo tagliato a striscioline sottili) e si versano gli “strozzapreti rosa al sapore di gorgonzola

Dopo il silenzio, un buon dolce

Cristella ritorna dopo un black out di qualche giorno. Col webmaster privato in vacanza (che tra l’altro, avrete notato, ha cambiato qualcosa nell’aspetto del sito e del blog) i forzati giorni di riposo sono venuti utili per occuparsi di qualcosa d’altro. Un esempio? Un dolcetto Continua a leggere