Archivio tag: Poesia

Valderico, il “dicitore” di Torre Pedrera.

“Uno di questi giorni lo vado a trovare”….

Quante volte, negli ultimi anni, Cristella ha pensato, e regolarmente messo in secondo piano, ad un saluto a Vittorio Valderico Mazzotti, sapendolo fermo in casa da tempo.

Poi, come succede spesso, la buona intenzione invecchia lì, senza aver seguito. E così poco fa, leggendo il necrologio sul giornale di oggi, arriva la notizia: il poeta dialettale di Torre Pedrera, 92 anni, ci ha lasciati per sempre. I funerali saranno domani alle ore 16.

C’è stato un periodo, circa quindici anni fa, di frequentazione abbastanza continua, per l’interesse comune per il dialetto e le “robe” romagnole. Ricordo ancora l’arrivo a sorpresa della sottoscritta, con fotoreporter del Resto del Carlino al seguito, al pranzo per il suo 80° compleanno, all’hotel Punta Nord.

“Sono un ‘dicitore’ – diceva – più che poeta.”

Il fascino più grande, in effetti, era quando lo si poteva ascoltare declamare le zirudelle di Giustiniano Villa o i versi di Raffaello Baldini.

Simpatico, irruente, dal carattere “tosto”. Mi piace ricordarlo così.

Ecco come Vittorio Valderico raccontava, in poesia, l’amico Fis-ciòun, “il pescatore” di Viserba.

Duvè ch’e’ sta Fis-cioun?

Volta so in via Rossini,

a sinéstra po’, la sgonda,

ta t’ trov òna ad cal stradini

ch’la è ziga, che la n’ sfonda.

T’void a destra una capana,

un ch’e’ sbòffa m’un fugoun,

un mòcc’ ad zenta cla sgulvana

e t’si arvat! Ui stà Fis-cioun!

(Dove sta Fischione? Volta su in via Rossini, a sinistra poi, la seconda, ti trovi una di quelle stradine, che è cieca, che non sfonda. Vedi a destra una capanna, uno che sbuffa ad un focone, tanta gente che si abbuffa. E sei arrivato! Ci sta Fischione!)

 

Allegro non troppo…

Parole parole parole… dedicate da Cristella al Re Consorte e proposte in una piccola pubblicazione, nonché declamate al microfono dall’autrice, sabato 15 settembre 2012 nell’ambito di “Banchintempo“, la seconda Giornata Nazionale delle Banche del Tempo che si è tenuta a Rimini.

Il tema era: il tempo nella poesia (e, in questo caso, nella vita di tutti i giorni, da oltre trent’anni).

“Allegro non troppo”

E’ danzando col pentagramma che oggi ti penso.

E canto la nostra sinfonia

dipinta a quattro mani

con pennelli trovati per strada.

Tempi e colori

prima grigi, poi brillanti.

In crescendo.

Adagio. Piano. Andante con moto.

Con te,

dal primo abbraccio dei vent’anni

danzo la vita sul minuetto.

Con passi scanditi

da ritmo mai mesto.

Più spesso molto marcato,

se non proprio tempestoso.

Poetico con delizia,

questo chiedo per domani.

Ancor meglio se allegro (non troppo, però).

 

 

 

 

 

 

 

 

Con “La ragazza Carla” domenica anche Viserba abbraccia Elio, il suo poeta

Elio Pagliarani, viserbese doc, è stato uno dei più grandi poeti del Novecento italiano e uno dei più importanti cittadini di Rimini.
Pur avendo lasciato Viserba per trasferirsi prima a Milano, poi a Roma, Elio non aveva mai reciso il cordone ombelicale con la terra d’origine, tornando sempre per le vacanze estive.
A Viserba, ai suoi luoghi, ai ricordi dell’infanzia e dell’adolescenza, Pagliarani ha dedicato molti dei suoi versi e buona parte del libro “Pro-memoria a Liarosa”, l’autobiografia pubblicata nel 2011 con Marsilio Editore.
A pochi mesi dalla sua scomparsa il Festival “Assalti al Cuore”, in programma a Rimini dal 6 all’8 luglio, rende omaggio al poeta proponendo una versione inedita del più teatrale dei suoi testi, “La ragazza Carla.
La lettura è affidata a Sonia Bergamasco, attrice allenata alla poesia dalle sue stesse esperienze di scrittura. Ad accompagnarla, il violoncello di Martina Bertoni su musiche originali di Teho Teardo, compositore noto per le sue colonne sonore (Diaz, Il gioiellino, Lavorare con lentezza…) e premiato con il David di Donatello per le musiche del film Il Divo.

L’appuntamento, ad ingresso libero, è per domenica 8 luglio 2012 alle ore 18.15 al Teatro degli Atti (via Cairoli).

Con il patrocinio, fra gli altri, dell’associazione Ippocampo Viserba.

In questo video un servizio sulla Conferenza stampa di presentazione del Festival Assalti al cuore ed. 2012, dove Cristella ha rappresentato l’associazione Ippocampo, intervenendo prima del sindaco, dell’assessore comunale e dell’assessore provinciale. Osta, però! Simone Bruscia for President!

Domenica 8 luglio: omaggio di Rimini a Elio Pagliarani, il poeta di Viserba

ASSALTI AL CUORE #8 – RIMINI, LA LUNA E TU
Domenica 8 luglio 2012. Rimini, Teatro degli Atti. Ore 18,15.
SONIA BERGAMASCO, TEHO TEARDO, MARTINA BERTONI
LA RAGAZZA CARLA di Elio Pagliarani.
Sonia Bergamasco: voce, Musiche originali di Teho Teardo, Martina Bertoni: violoncello.
evento unico – produzione originale Assalti al Cuore a cura di Simone Bruscia, Massimiliano Borelli. Continua a leggere

Invéci da fè la caza e’ déva dri mal pavaiòti…

Povero gatto! Liseo l’ha tenuto tre giorni senza mangiare per fargli sentire la cattiveria della fame e lui, ingrato, corre dietro alle farfalle….

Questa è la filosofia di Tonino Guerra.

(da “L’ort ad Liséo”” Maggioli Editore, 1989)

Zògn

L’à pas e’ màis ad zògn

sla sapa tal mèni e si òcc ch’i guardèva i fasulòin

e i pumidòr ch’i avnéva so mal cani. Continua a leggere