Evviva: la “nostra” Sacramora è resuscitata!

Esterno giorno. Viserba di Rimini, via Sacramora.

Sono le 17.30 di un’assolata giornata: martedì 4 agosto 2009. Mentre sulla strada auto, bus, ciclomotori continuano a passare indifferenti, un gruppetto di persone dall’aria emozionata armeggia di fronte alle fontanelle dell’Antica Sorgente denominata Sacramora, che dall’ottobre 2007 non mandava più acqua.

Alle colonnine di cemento durante la mattinata alcuni operai hanno montato rubinetti nuovi di zecca che ora luccicano al sole. No, non è un miraggio dovuto al troppo caldo: l’acqua fresca è tornata davvero a scorrere!

C’è una ragazzza munita di macchina fotografica (dicono sia una Principessa) che ferma col suo obiettivo l’immagine della nonna Malvina (che ha tante ragioni per essere lì).

La signora Malvina beve alla fonte riaperta

C’è il signor Luciano Tonini, pure lui viserbese doc, che ha segnalato alla giornalista l’imminente “resurrezione” che nessuno più sperava.

Il signor Luciano alla fonte riaperta

C’è una coppia amica della nonna, che vuole partecipare al momento di gioia.

Arrivano anche gli amici
Arrivano anche gli amici

E arriva anche un ragazzo senegalese incuriosito e già attrezzato con una bottiglia vuota.

Arriva un ragazzo senegalese a riempire la bottiglia

A qualcuno potrebbe sembrare esagerato definire questa scena da “esterno giorno” come storica. Non per i presenti.

Certo, la riapertura della Fonte riporterà problemi di viabilità… E poi, chissà cosa c’è dietro a tutta la questione (proprietà e Comune hanno un delicato contenzioso in corso)…

Ma come si fa a cancellare con un colpo di spugna una tradizione millenaria???

E, particolare da non sottovalutare, l’acqua della Sacramora ha virtù curative (non a caso tempo addietro si era parlato di un Parco Termale, progetto purtroppo abortito).

Sarà solo un’impressione, ma la notte scorsa, dopo aver bevuto mezzo litro di quest’acqua fresca da sempre ritenuta diuretica, Regina Cristella s’è alzata due volte per andare in bagno…

Av salùt!

Per approfondire, ecco altro sullo stesso argomento:

“Rubinetti chiusi alla Sacramora”, 3 dicembre 2007,

“Le terme di Viserba, un’occasione perduta”, 22 marzo 2009,
“La Sacramora zampilla”, articolo pubblicato oggi,5 agosto 2009, su Il Resto del Carlino

“Sacramora, una fonte fantasma”, articolo pubblicato su Il Ponte il 30 marzo 2009

5 pensieri su “Evviva: la “nostra” Sacramora è resuscitata!

  1. Gabriele

    Complimenti per l’articolo!
    Urge sicuramente una sistemazione adeguata perchè il degrado rimane ed è veramente pessimo e qui si deve impegnare il Comune al più presto.

  2. cristella

    Gabri, in questi giorni più di una volta m’è venuta voglia di organizzare una “ronda” di privati cittadini, muniti di attrezzi da muratore e giardiniere, per andare a sistemare… Facciamo un’associazione “pro-Fonte”? Sai che bella festa si potrebbe fare,una volta sistemato!

  3. Gabriele

    Sì, si potrebbe. Penso ad un immediato futuro: “Crea la tua ronda personale”, “Ronda anche tu!”.
    Scherzi a parte, credo che dopo colate di cemento a iosa sia il caso di valorizzare ciò che abbiamo. Non è nemmeno igienico un posto del genere, dove proliferano animali di cui non abbiamo un’idea precisa. Non è per fare polemica spicciola, è solo perchè essendo della zona ci tengo molto e voglio che la Sacramora abbia una sistemazione adeguata ma soprattutto decorosa. Giusto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.